Pranzo di lavoro

Pranzo di lavoro

Come organizzare un pranzo di lavoro con i fiocchi?

Potrebbe essere scontato organizzare un pranzo di lavoro, ma non è così, se non si organizza bene, si può trasformare in un fallimento.

Di seguito troverete qualche suggerimento utile per organizzarne uno. 

Quale sia il motivo per portare i clienti a pranzo è molto importante non trascurare questi aspetti:

  • Prenotare in anticipo il ristorante per non rischiare di non trovare posto.
  • Numero dei partecipanti.
  • Numero di persone con problemi alimentari.
  • Scegliere accuratamente il luogo.

1. In passato come Executive Assistant, ed ora come Assistente Virtuale, appena avevo la data e il numero dei partecipanti al pranzo di lavoro mi mettevo immediatamente alla ricerca del luogo più idoneo per precedenti contatti. In accordo con il mio responsabile prenotavo il ristorante migliore per: professionalità, qualità del cibo e servizio, per avere così maggiore garanzia di successo. Non consiglio visto la delicatezza dell’incontro azzardare la scelta di un nuovo ristorante. Dal mio punto di vista è piacevole far sentire a proprio agio i clienti entrando in un ristorante dove sei conosciuto e che ti riserva un’accoglienza speciale. Insomma, è come essere stati invitati dai propri amici.

2. Il luogo dovrà essere raffinato al punto giusto, possibilmente non lontano dall’azienda, in modo tale da potersi spostare a piedi. Ho scelto sempre ristoranti con delle sale da pranzo non troppo spaziose, ma soprattutto luoghi non caotici ma tranquilli. Richiedere un tavolo appartato in maniera tale da poter parlare con tutta serenità.

3. Il cibo sarà leggero, sconsiglio vivamente di scegliere piatti troppo pesanti specialmente se si dovrà tornare in ufficio per sbrigare gli ultimi dettagli. Non desidero entrare nelle scelte alimentari delle persone, lasciando ad ognuno di esprimere le proprie preferenze. Molto importante: segnalare intolleranze alimentari, si dovrà concordare in largo anticipo un menù appropriato. Ormai al giorno d’oggi non ci sono problemi, visto che quasi tutti i ristoranti hanno adottato menù speciali.

Una volta che il pranzo è terminato, con la speranza che sia risultato di gradimento per tutti, ognuno tornerà ai propri impegni.

E voi, come riuscite ad organizzare al meglio un pranzo di lavoro? Se avete voglia scrivetemi due righe.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 4 =