Come gestire una comunicazione efficace, quando si lavora da remoto?

Comunicazione efficace

“Per comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) si intende il processo e le modalità di trasmissione di un’informazione da una persona a un’altra (o da un luogo a un altro), attraverso lo scambio di un messaggio elaborato secondo le regole di un determinato codice[1]”. (Rif. https://it.wikipedia.org/wiki/Comunicazione).

La comunicazione, come ben sappiamo, è un elemento fondamentale alla base di ogni rapporto.

Comunicare significa scambiare informazioni con i nostri interlocutori. Informazioni che dovrebbero essere semplici e mirate, se desideriamo essere efficaci.

Comunicare in maniera efficace implica eliminare parole inutili. Dobbiamo eliminare il superfluo lasciando esclusivamente le parole essenziali.

Quando si lavora da remoto mancano tutti quegli stimoli visivi e uditivi propri di un ambiente di lavoro condiviso, quindi è necessario organizzare degli appuntamenti periodici in modo da consentire un costante confronto tra le persone.

Da remoto si possono adottare svariati strumenti, come ad esempio email e chat ma, soprattutto quando è necessario prendere decisioni importanti, diventa fondamentale potersi vedere, in modo da cogliere le espressioni del viso ed i segnali non verbali. Da questo punto di vista Skype e Google Hangouts sono tra gli strumenti di videochiamata più diffusi ed utilizzati.

Un incontro di lavoro da remoto ha bisogno di adottare alcune semplici ma efficaci accorgimenti:

  • Avere degli obbiettivi: ogni persona del gruppo dovrà avere chiaro quale sia l’agenda del meeting ed i suoi obiettivi.
  • Tempi stabiliti: è indispensabile fissare scadenze precise per le azioni decise durante l’incontro.
  • Condividere le attività: alcuni strumenti di project management, come ad esempio Trello o Asana, possono aiutare nella gestione e nell’organizzazione delle attività sia individuali che di gruppo. Con questi tool riuscirete a creare progetti, scadenze e checklist.
  • Fare gruppo: lavorare in un clima sereno e gioviale aiuta ad essere più sereni e collaborativi. Per questo motivo è utile introdurre dei momenti di conversazione informale, che consentano alle persone di conoscersi meglio e conquistare quella confidenza ed intimità relazionale che negli uffici si crea durante le pause dal lavoro.

Come riuscite a gestire la vostra comunicazione da remoto con il vostro gruppo di lavoro? Avete riscontrato qualche difficoltà? Se avete voglia di condividere con me qualche suggerimento, fatemelo sapere nei commenti qui sotto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 13 =