Sei un libero professionista? Come riesci a gestire il tuo tempo

Tempo

Chi lavora come libero professionista, deve essere in grado di poter amministrare il proprio tempo in maniera proficua, per non trovarsi a lavorare di notte o dover riorganizzare completamente la propria vita in funzione del lavoro.

Il primo passo da compiere è quello di capire come viene speso il proprio tempo sulle varie attività da svolgere. 

Come gestire al meglio il proprio tempo?

1. Conoscere il proprio rendimento

Il lavoro da libero professionista include la gestione di vari progetti alla volta. Soprattutto all’inizio, può succedere di non riuscire a pianificare il tempo che ci richiede il determinato incarico. Bisogna riuscire a quantificare il tempo necessario per lo svolgimento del progetto. In questo modo non si avrà difficoltà nel riscontrare sia la scadenza richiesta sia lo svolgimento di altri progetti.

2. Come possiamo aiutarci?

Ci sono diversi tool che possono aiutarci a tenere traccia del tempo, ad esempio: Toggl. E’ uno strumento semplicissimo da adoperare. Viene utilizzato per la tracciabilità del tempo, sia per i propri lavori sia per la collaborazione con il cliente. Si schiaccia un bottone per far partire il tempo e per fermarlo. In questa maniera si avrà a disposizione un report dettagliato del lavoro svolto.

3. Distrazioni: le nostre nemiche

L’unica soluzione possibile per eliminare le distrazioni è quella di disattivare la ricezione delle notifiche del cellulare e dei Social Network. Le notifiche catturano costantemente la nostra attenzione, consumando energia preziosa.

Quando decidiamo di effettuare una pausa o abbiamo terminato il determinato lavoro, potremmo visualizzare le notifiche.

Altro suggerimento è quello di cercare di accorpare le telefonate in uscita in un terminato lasso di tempo prestabilito. In questa maniera saremo meno distratti da altre cose.

La stessa cosa vale per la lettura delle mail: sarebbe utile riuscire a leggerle in momenti prestabiliti della giornata; ad esempio in 3, 4 momenti della giornata. Facendo così non si avrà una costante interruzione del nostro lavoro.

4. Delegare: ci hai mai pensato?

Il tempo è così prezioso ed importante, spesso non si hanno mai abbastanza momenti per completare i propri impegni, in questa maniera ci sentiamo spossati.

Un libero professionista dovrebbe individuare tutte quelle attività secondarie che possono essere delegate ad un collaboratore interno o esterno: come la gestione degli appuntamenti, delle chiamate o della preparazione di fatture e preventivi.

Facendo così potreste dedicarvi alle attività davvero importanti ed essenziali per la crescita del vostro business.

Voi come riuscite a gestire il vostro tempo? Attendo i vostri commenti.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 1 =