Alcune strategie per essere maggiormente produttivi nel lavoro

Produttivi

Essere produttivi nel lavoro non è sempre possibile. Quante volte le nostre giornate si presentano snervanti, magari a causa di collaboratori difficili, problemi da risolvere all’ultimo minuto o semplicemente perchè abbiamo rimandato quel noioso lavoro.

Saper gestire obbiettivi precisi e misurabili ci aiutano a migliorare la nostra produttività nel lavoro. Il tempo, come ben sappiamo, è uno dei nemici della produttività. Ecco perchè essere in grado di gestirlo è un primo passo verso l’efficienza.

Ma come possiamo riuscire ad essere più produttivi? Per aumentare la produttività bisogna tenere in considerazione questi tre fattori:

  • Gestione delle priorità.
  • Organizzazione del lavoro.
  • Gestione del tempo.

Partiamo dal primo fattore.

1. Dare la priorità ai compiti principali da svolgere: è necessario identificare i compiti da svolgere tra urgenti e importanti. Consiglio sempre di stilare una lista delle cose da fare ( to do-list) settimanale che preveda le attività da svolgere ogni giorno con relativo tempo da dedicarvi. In questo modo si riuscirà ad individuare compiti urgenti o importanti ma anche a rispettare scadenze, impegni che ci siamo prefissati.

Creare una to-do list efficace, non è semplice, ci vuole un pò di tempo. All’inizio potrai riempirla di troppe o troppo poche attività. Col tempo ti accorgerai se la tua programmazione è efficiente. Qualora non lo fosse, dovrai apportare delle modifiche.

2. Organizzazione del lavoro: è risaputo che lavorare in modalità multitasking non è efficace per il nostro lavoro. Si ha il rischio di essere distratti e affaticati con la conseguenza di fare errori. E’ fondamentale concentrarsi su un lavoro alla volta, in questa maniera saremo orientati al raggiungimento dell’obbiettivo senza perdere tempo prezioso. Eviteremo il sovraccarico mentale, dannoso per la propria salute. Non a caso chi è abituato a lavorare in modalità multitasking è soggetto a :

  • Rischio di  dimenticarsi i passaggi contemplati.
  • Scarsa concentrazione.
  • Affaticamento.
  • Notevole probabilità di errori.

3. Gestione del tempo: quanti di noi hanno sempre la sensazione di non aver mai abbastanza tempo da dedicare ai vari impegni professionali e personali. Ecco perchè come ho già scritto in precedenza è utile stilare una lista di cose da fare ( to do -list) per programmare i vari compiti e impegni lavorativi, come ad esempio: riunioni, meeting aziendali, ecc.

Un altro aspetto importante per la gestione del tempo per un imprenditore è quella di riuscire a delegare compiti di minore importanza ad un collaboratore. In questo modo si riesce ad avere più tempo da dedicare agli aspetti strategici del proprio lavoro

E voi cosa ne pensate? Avete qualche strategia per riuscire ad essere più produttivi nel vostro lavoro? Se avete voglia lasciate un commento qui sotto!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *