Servizi Virtuali

To do list: per organizzare il lavoro e gestire al meglio il tempo

To do list

Chi è abituato a leggere i miei articoli sa bene la mia passione per la to do list (lista delle cose da fare).

Nella mia esperienza, ho constatato che spesso la to do list non viene presa abbastanza in considerazione, sia per la gestione del lavoro sia per l’organizzazione degli impegni personali. Al contrario, la to do list a mio avviso è il punto di partenza per migliorare l’organizzazione del proprio lavoro e aumentare la produttività.

Perché attraverso la to do list si può riuscire a pianificare e ricordare al meglio le attività lavorative e non, da svolgere, senza il rischio di dimenticarsi qualcosa.

PERCHE’ LA USO?

E’ uno strumento che ho sempre utilizzato. Da bambina avevo una sorta di quaderno dove mi appuntavo le cose da portare a scuola o i giorni “impegnati” nelle attività sportive. Crescendo, ho apprezzato sempre di più questo strumento, che mi ha dato quella spinta necessaria per migliorare l’organizzazione del lavoro e della vita privata. Non avrei potuto fare altrimenti visto che ho svolto lavori dove mi veniva richiesta una buona dose di pianificazione ed organizzazione.

E poi, per dirla tutta, mi piace ricordare le cose da fare. Ad esempio, se devo fare la spesa sono pronta con la mia lista delle cose da acquistare. In questo modo riesco a rimanere maggiormente concentrata su quello che devo fare e non recarmi al supermercato e comprare cose a casaccio.

NUOVO ANNO: L’IMPORTANZA DELL’ORGANIZZAZIONE ATTRAVERSO UNA TO DO LIST

Non voglio dilungarmi troppo su questo punto, in quanto è un argomento di cui ho già trattato in un precedente articolo, che ti consiglio di leggere: “Come creare e gestire al meglio la propria To do List”.

Voglio invece farti capire che non è semplice ed immediato creare una to do list, perché non basta scrivere una serie di cose da fare ma è CAPIRE quali sono le vere PRIORITA’ della giornata e concentrarsi su di esse per portarle a TERMINE.

Nello scriverle è necessario essere precisi per raggiungere gli obbiettivi stilati. Ad esempio, se dovete “consegnare un documento” nella lista scriverete: “consegnare il documento a Paolo dell’assemblea avvenuta due giorni fa”.

In questo modo riuscirete a concentravi su quel determinato compito per portarlo a termine. E’ indispensabile però fissare dei termini temporanei precisi.

Vi consiglio di non scrivere nella lista troppe attività da fare: massimo quattro, oltre sarebbe controproducente. Sarebbe opportuno riuscire a spalmarle nel corso della settimana, poiché alcune attività richiedono più tempo per la loro complessità.

In conclusione, i motivi che dovrebbero spingerci a creare una lista delle cose da fare sono essenzialmente QUATTRO:

  • Ci aiuta a ricordare attività o cose da fare.
  • Ci aiuta a farci risparmiare tempo ed energia in quanto ci permette di concentrarci sulle attività da svolgere, senza procrastinare.
  • Riusciamo a focalizzare le nostre energie sulle attività prioritarie della giornata.
  • Riusciamo a ritagliarci del tempo per noi stessi.

Cosa aspetti, sei pronto ad utilizzare la tua to do list? Fammelo sapere nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − 4 =