Servizi Virtuali

Distrazioni al lavoro: come evitarle per non perdere tempo?

Distrazioni

Le distrazioni sia che si lavori in ufficio sia da remoto sono purtroppo all’ordine del giorno.

Pensiamoci un attimo: quante telefonate riceviamo ogni giorno? Vogliamo parlare delle email, notifiche dei Social Network o del cellulare?

Le distrazioni al lavoro incidono notevolmente sulla nostra capacità di concentrazione, riducendo produttività, facendoci perdere tempo con la conseguenza di toglierci l’attenzione sulle attività che stavamo svolgendo.

Per capirle è importante imparare a riconoscerle. Perché le distrazioni possono dipendere da noi o da fattori esterni.

Quando dipendono da noi, ad esempio, ci arriva un messaggio e lo leggiamo subito.

Cosa succede dopo che siamo stati interrotti? Leggendo il messaggio ci siamo distratti, perdendo così la concentrazione e per riacquistarla perderemo tempo prezioso.

Quando invece le distrazioni non dipendono da noi, ma da fattori esterni, devono essere gestite. Ad esempio, se arriva una telefonata importante da parte di un cliente, cosa possiamo fare?

In questo caso la soluzione potrebbe essere: non rispondo al telefono, perché ho deciso di concludere quello che sto facendo.

QUALI SONO LE MAGGIORI DISTRAZIONI SUL LUOGO DI LAVORO?
  1. Rumori di sottofondo, come ad esempio: chiacchierio dei colleghi, rumore delle stampanti o delle macchinette del caffè.
  2. Colleghi che parlano ad alta voce.
  3. Telefono che squilla di continuo.
  4. Notifiche email o cellulare.
  5. Responsabile o colleghi che ti chiamano in continuazione.
  6. Riunioni inaspettate.
COME POSSIAMO LIMITARE LE DISTRAZIONI?

Un primo passo per limitare le distrazioni è quello di definire un planning giornaliero. Ci aiuterà a fissare i propri impegni e scadenze quotidiane. In questo modo saremo in grado di identificare le priorità riuscendo così a portare a termine gli impegni prestabiliti.

Un altro fattore determinante è quello di riuscire a mantenere la concentrazione per portare a termine i propri compiti. Il fatto di poter lavorare in uno spazio luminoso, ben organizzato e tranquillo ci dà la possibilità di essere più focalizzati sul nostro lavoro.

Lavorare in un ufficio open space vuol dire essere costantemente bersagliati da rumori: macchinari vari, vociare delle persone, ecc. Cosa fare? Parlane con i colleghi per trovare delle adeguate soluzioni.

Altro fattore importante è riuscire a pianificare la lettura delle email, le notifiche dei messaggi e dei Social due o tre volte al giorno. In questo modo avremo la possibilità di concentrarci maggiormente su quello che stiamo facendo, non rischiando così di dover correre al termine della giornata per recuperare il tempo perduto.

Che metodo utilizzate per limitare le distrazioni? Sono curiosa di sapere cosa ne pensate, scrivetelo nei commenti qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × quattro =